Dovrei aggiornare Wordpress…

31 August 2010

Ho una versione antidiluviana di Wordpress e si vede. Devo trovare il tempo di aggiornarlo, ma non sar√† facile…

Script.aculo.us test #2

21 December 2008

Ecco un altro esperimento con script.aculo.us. Si tratta di un po’ di pratica con Sortable e Droppable per il drag and drop. La cosa funziona abbastanza anche se non sono del tutto soddisfatto. Non so se sia colpa di script.aculo.us o mia, per√≤ a volte accadono cose che non mi sarei aspettato, tipo difformit√† tra IE e Firefox, oppure comportamenti strani con gli elementi spostati. Potrebbe essere qualche cosa del CSS di Wordpress che interferisce, anche perch√© lo stesso codice in una pagina html autonoma funziona meglio. In ogni caso non √® possibile spostare pi√Ļ elementi contemporaneamente, cosa ritengo abbastanza indispensabile. Per questo mi sa che dopo questa prova passo a testare Dojo che mi sembra un framework decisamente pi√Ļ completo.

Script.aculo.us test #1

19 December 2008

Ultimamente sto giocando con Script.aculo.us… qui un esempio di sezione con animazione. Wordpress continua a mettermi i tag BR e P dove non dovrebbe per cui qualche formattazione potrebbe essere non del tutto corretta.

Google e il mio articolo su eclipse, svn e ssh

12 September 2008

Mi sembra incredibile, ma se in Google si esegue la ricerca “eclipse svn ssh”, il mio articolo sull’argomento risulta al 7mo posto dei risultati, ed √® anche l’unico in italiano! Se qualcuno √® interessato lo trova qui.

Fact #7

11 September 2008

Al ristorante “Ham&Eggs” vuoi essere un pig o una chicken?

Skype, porta HTTP (80), IIS 7 ed errore 0√ó80070020

10 September 2008

Ho installato IIS 7.0 sul mio Vista Business tramite la comoda utility di MS (Panello di controllo/programmi/Attivazione o disattivazione delle funzionalit√† windows/Internet Information Services). Dopo qualche tempo tutto bene: in C:\inetpub √® comparso il familiare albero di directory e negli strumenti di amministrazione √® risultato disponibile il pannello di controllo di IIS (Gestione Internet Information Services). Provo il sito (http://localhost) ma il browser mi dice che il sito non √® disponibile… strano. Provo ad aprire la console di IIS e mi accorgo che il Default web site √® spento… Ho provato a farlo ripartire senza risultato, ho provato con iisreset ma anche qui nessun successo. L’errore poi era strano (lo scrivo cos√¨ magari google lo indicizza): “Impossibile accedere al file. Il file √® utilizzato da un altro processo. (Eccezione da HRESULT: 0×80070020).” Quale file? Quale processo? Mi domando, ma perch√© non lo scrivono al posto di quel numero esadecimale incomprensibile? Dopo un po’ di prove e di google ho scoperto l’arcano: sul mio PC ho installato Skype che quando parte apre la porta 80! Maledetto, ma che cosa se ne fa di questa porta (se qualcuno lo sa mi toglie una curiosit√†)? Infatti, spegnendo skype, il sito di default parte senza problemi. Dopo averlo fatto partire, si pu√≤ tranquillamente riaprire Skype.
Ho perso una mezz’ora per questo banale problema… cosa evitabile se il messaggio della console di IIS fosse stato pi√Ļ esplicativo. Bastava mettere qualcosa come “porta 80 occupata da un altro processo” per portare l’utente sulla giusta strada, no? Non voglio fare il solito anti-MS, ma almeno da questo punto di vista, le applicazioni Java normalmente (penso a JBOSS) scrivono dei bei log che magari sono un po’ verbosi, ma almeno sono dettagliati.
Magari qualcosa del genere ce l’ha anche IIS… se qualcuno che mi sta leggendo lo sa pu√≤ mettermi un commento?
Spero che questa piccola esperienza possa essere d’aiuto anche ad altri.

Fact #6

3 September 2008

Good engineering can never beat bad management

Fact #5

22 June 2008

D: quanto viene un programmatore? R: Oggi abbiamo il 3X2…

Java ThreadLocal

15 June 2008

ThreadLocal √® una classe interessante che permette di rendere thread-safe un oggetto che non lo √®. L’esempio tipico √® il suo utilizzo per la memorizzazione e l’accesso per Thread alle Connection JDBC (classe che non √® thread-safe).
Praticamente ThreadLocal incapsula una variabile di una classe e ne rende il suo valore “collegato” (bound) al thread che la utilizza. Ogni thread pu√≤ quindi impostarne il suo valore specifico, che potr√† utilizzare indipendentemente dagli altri thread. Non √® poi cos√¨ magico; concettualmente √® come se ogni thread avesse una sua copia copia privata della variabile incapsulata. Tornando all’esempio della connessione JDBC, utilizzando ThreadLocal ogni Thread ha la sua Connection “privata” anche se tutti i thread utilizzano la stessa istanza di ThreadLocal. E’ una tecnica molto utilizzata dai framework di persistenza.
Tutti i dettagli e altri esempi si possono trovare in questo articolo di Brian Goetz. E’ la terza parte di un aricolo sui thread in cui, tra le altre cose, indica anche le performance di questa classe con le varie versioni di JDK. Ottimo lavoro Brian! :-)

Fact #4

8 May 2008

Un programmatore deve essere pigro, non deve reinventare sempre tutto